Amore e Psiche

Testi: Apuleio
Adattamento testi: Eleonora Rossotto
Luci: Giorgio Tedesco
Coreografie: Sergio Cavallaro e Francesca Roi
Regia: Sergio Cavallaro

Psiche si avvicina lenta al letto del consorte: non ha mai visto il volto del suo sposo e teme che sotto le vesti di Amore si nasconda una creatura spaventosa e malvagia.
La curiosità di vederlo è più forte del divieto imposto; allora allunga la lanterna verso il talamo su cui giace il dio, ma indugia troppo a lungo, rapita dalla perfezione dei suoi riccioli, dalle morbide piume delle sue ali e non si accorge che una goccia di olio scivola dalla lucerna. È troppo tardi. Amore si sveglia e Psiche è perduta.

Amore e Psiche è la favola infinita dell’anima umana, tentata dalla sua intelligenza, talvolta presuntuosa, di poter conoscere tutto, di varcare i limiti della conoscenza, di svelare ciò che è stato proibito dagli dei, eccitandone l’ira e penetrando nella sfera della hybris greca, della tracotanza umana. Un nuovo spettacolo di danza e prosa in linea con lo stile della compagnia, che contamina i gesti con le altre arti performative.

Share This
X